Hyperloop Transportation Technologies: pronta la capsula passeggeri per il treno del futuro

Hyperloop Transportation Technologies: pronta la capsula passeggeri per il treno del futuro

Hyperloop Transportation Technologies, HTT, ha presentato la capsula passeggeri ideata per il primo progetto del treno del futuro Hyperloop

Hyperloop Transportation Technologies ha presentato, pochi giorni fa, il prototipo a dimensioni reali della capsula passeggeri destinata ad ospitare i viaggiatori su Hyperloop. HTT è infatti una delle aziende al mondo impegnata nella realizzazione di quello che viene definito il treno del futuro, nato – non senza critiche e perplessità – grazie al lancio di una proposta da parte dell’imprenditore visionario Elon Musk, fondatore tra le altre di Tesla e SpaceX.

Hyperloop: cos’è e come funziona il treno del futuro

Imprenditore visionario, con aziende che spaziano dall’Intelligenza Artificiale alle tecnologie per la ricerca spaziale, Elon Musk parlò per la prima volta di Hyperloop nel 2012. Ciò che il businessman propose fu un’ipotesi tecnologica, applicabile in un prossimo futuro, di un treno destinato al trasporto veloce di persone e merci.

Niente a che vedere, però, con i moderni treni ad alta velocità. Il disegno iniziale di Hyperloop condiviso dallo stesso Musk, infatti, prevede che i passeggeri (o i prodotti) viaggino in capsule sospese all’interno di strutture a bassa pressione. In modo analogo a quanto succede con gli aerei ad alta quota, viaggiando in tubi a bassa pressione le capsule incontrano meno resistenza.

hyperloop-disegno
Credit: Camilo Sanchez [CC BY-SA 4.0 ], from Wikimedia Commons
I motori ad induzione lineare sono infine coadiuvati da un sistema di compressori che convoglia l’aria rimasta di fronte alla capsula verso la parte posteriore. In questo modo il treno può raggiungere velocità incredibili, sino ad oltre 1200 km/h.

Uno degli aspetti rivoluzionari di Hyperloop, oltre alla sua essenza stessa, è dato sicuramente dalla sostenibilità energetica. Il sistema, alimentato ad energia elettrica, è infatti in grado di produrre autonomamente molta più energia di quanta ne consumi grazie ai pannelli solari installati lungo l’intera parte superiore delle strutture.

Come anticipato, infine, al progetto Hyperloop stanno lavorando più aziende nel mondo. Oltre a Hyperloop Transportation Technologies, i progetti più chiacchierati di treno del futuro sono quelli di Virgin Hyperloop One, The Boring Company di Elon Musk ma anche della canadese TransPod.

Hyperloop: pro e contro

Come per ogni progetto altamente innovativo, non sono mancate critiche e perplessità nemmeno nei confronti del modello di Hyperloop. Troy Wolverton del The Mercury News, ad esempio, cita il professore di aeronautica e astronautica del MIT John Hansman, il quale afferma “Non sono sicuro che i dettagli funzionino”. Non solo, il giornalista spiega come il sistema ideato da Elon Musk possa essere eccessivamentedispendioso, sia per quanto concerne lo sviluppo sia in fase di costruzione. A seguito della presentazione dei primi prototipi, però, sono nate ulteriori perplessità. Tra queste:

  • Impossibilità, o quasi, di movimenti e passeggiate lungo il convoglio da parte dei passeggeri durante il viaggio;
  • Le strutture potrebbero rappresentare un elemento ad alto impatto paesaggistico nei luoghi in cui non è possibile costruirle sotto terra;
  • Rischi in caso di disallineamento del terreno conseguente all’attività sismica a cui è costantemente soggetto il nostro Pianeta;
  • Difficoltà di costruzione in ambienti particolarmente irregolari o rocciosi;
  • Difficoltà nel recupero di passeggeri in caso di pericolo dato il complesso sistema di tubi;

 

HyperloopTT System Urban
HyperloopTT – Il sistema inserito nel contesto urbano Credit: HTT – Press Room

Nonostante le possibili criticità emerse, alcune delle quali mere speculazioni su un progetto ancora in fase di sviluppo, Hyperloop rappresenta per molti versi il migliore concetto di mobilità 4.0. Come anticipato, il sistema è stato pensato e sviluppato non solo per consumare una quantità minima di energia ma soprattutto per essere completamente autonomo dal punto di vista energetico grazie a sofisticati sistemi di recupero dell’energia oltre che alla presenza di pannelli solari. Ultima, ma non per importanza, è la velocità con il quale il mezzo riesce a spostarsi e, di conseguenza, a collegare luoghi molto distanti.

Hyperloop Transportation Technologies: ecco la prima capsula passeggeri a misura reale

Tornando alla notizia iniziale, Hyperloop Transportation Technologies ha presentato proprio pochi giorni fa la prima capsula a misura reale che ospiterà i passeggeri di Hyperloop. La notizia è di particolare rilievo in quanto l’azienda, che si presenta come la prima al mondo ad aver realizzato questo sistema, si contraddistingue per avere un cuore anche italiano. HTT, infatti, è stata co-fondata dall’italiano Bibop G. Gresta, già conosciuto al mondo dell’innovazione per essere altresì tra i co-fondatori dell’incubatore italiano Digital Magics.

“Costruire a grandezza naturale significa impegnarsi per l’innovazione a lungo termine. Siamo stati i pionieri della tecnologia e abbiamo dimostrato che è un progetto estremamente affidabile, che è stato assicurato dalla più grande compagnia di assicurazioni al mondo, Munich RE. Abbiamo stretto accordi in 9 Paesi, in cui stiamo lavorando su fattibilità e regolamenti. Oltre al dipartimento di Tolosa, abbiamo anche un centro di ricerca per il trasporto merci in Brasile. Hyperloop non è più futuro, ma è diventato oggi industria reale” – ha affermato lo stesso Gresta qualche mese fa, annunciando la realizzazione in territorio europeo (a Tolosa, in Francia) del primo set di strutture a grandezza reale del sistema Hyperloop.

Hyperloop-Transportation-Technologies-capsula
La capsula ideata da HTT – Credit: HTT Press Room

La capsula presentata da HTT, chiamata “Quintero One”, si caratterizza per essere interamente costituita di Vibranium™ di HyperloopTT, un materiale composito intelligente a doppio strato realizzato appositamente da HTT. Entrando nel dettaglio, ecco le specifiche tecniche della capsula:

  • Lunghezza: 32 metri
  • Lunghezza della cabina interna: 15 metri
  • Peso: 5mila kg

“Nel 2019 questa capsula sarà completamente ottimizzata e pronta per i passeggeri. Dal momento che abbiamo raggiunto importanti progressi nel risolvere le norme governative con le nostre linee guida certificate sulla sicurezza e assicurazione, ora siamo più vicini che mai a portare Hyperloop nel mondo” – ha commentato Bibop Gresta presentando la capsula che è stata consegnata al centro sviluppo di Tolosa al fine di procedere con integrazioni e assemblaggi specifici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: